News e rassegna stampa

FISCALE 2015: CERTIFICAZIONE UNICA

La Certificazione Unica è una novità nel panorama fiscale del 2015, un solo modello per raggruppare tutti i redditi di lavoro e assimilati e quelli certificati in forma libera.
Le somme corrisposte dai sostituti di imposta saranno quindi soggette ad una unica certificazione.
La CU viene rilasciata a tutti coloro che nell’anno fiscale 2014 hanno ricevuto somme e valori soggetti a ritenuta.

Certificazione Unica: addio al CUD?

La vera novità riguardo la CU, è quella di inglobare, in un’unica certificazione, sia il vecchio CUD (per i lavoratori dipendenti) che la certificazione che i sostituti di imposta dovevano rilasciare per le somme corrisposte in maniera libera ai lavoratori autonomi, ai percettori di provvigioni comunque denominate e a percettori di redditi diversi soggetti a ritenuta. Il termine ultimo per trasmettere i dati all’Agenzia delle entrate è il 7 marzo, sabato, per cui la scadenza passa automaticamente a lunedì 9.

CU anticamera del 730 precompilato

Nel 2015 circa 20 milioni di contribuenti riceveranno il nuovo 730 precompilato, una dichiarazione precompilata che però non ammette professionisti e agenti e rappresentanti di commercio titolari di partita Iva. Per questo motivo, non si comprende perché questi ultimi siano invece stati inclusi nella Certificazione Unica. Nella loro sezione vanno riportati il totale delle somme corrisposte, le spese rimborsate, i contributi previdenziali, gli importi non soggetti a ritenuta, l’imponibile e le ritenute degli anni precedenti.

Per i lavoratori dipendenti con reddito inferiore a 26 mila euro lordi annui, nella Certificazione Unica sono previste anche una sezione dedicata al bonus di 80 euro e una tabella con i dati per l’attribuzione delle detrazioni dei familiari a carico.