News e rassegna stampa

CONFAPI CUNEO AL FIANCO DELLE NUOVE GENRAZIONI

Si è svolta a Fossano, sabato 11 e domenica 12 maggio 2019, la seconda edizione di E-Mobility Fossano, manifestazione organizzata dall’IIS Vallauri. L’edizione 2019 ha voluto creare un focus su esempi concreti, che favoriscano la transizione corretta verso le tecnologie della mobilità sostenibile elettrica.

 

E in questo progetto, grande rilievo hanno e avranno anche in futuro le Associazioni di industriali e artigiani, alle quali è richiesto di essere parte attiva per tracciare, insieme alla scuola, la strada per un cambiamento sempre più importante.

 

All’evento, in rappresentanza di Confapi Cuneo, è intervenuto Paolo CantelmiResponsabile Unionmeccanica – che ha voluto sottolineare come l’incontro sia un momento importante non solo per il territorio ma per tutto il comparto produttivo nazionale. “Perché si mette a confronto e quindi, sullo stesso tavolo, da una parte la scuola, dall’altra le aziende, ponendo al centro, i giovani, gli studenti ma, anche noi associazioni di categoria, rappresentanti proprio delle aziende. E dimostra quanto la scuola necessiti di nuove linee guida, in termini di nuovi orientamenti professionali di curriculum, chiedendo alle associazioni di fare da tramite con le aziende, cioè con l’utilizzatore finale”.

Cantelmi ha poi sottolineato come proprio le associazioni siano, per loro stessa natura, elemento di collegamento con le aziende, e come da questa stretta collaborazione possano nascere interessanti indicazioni per il mondo della scuola, per l’incremento di percorsi di studio realizzati in funzione delle reali richieste del mondo del lavoro che diventa sinonimo di formazione professionale e umana e che rende meno difficoltoso l’incontro tra la domanda e l’offerta. La parola d’ordine è “formazione”: una scuola che formi secondo le reali necessità del mercato, che investa nella crescita delle figure professionali richieste dalle aziende, in altre parole una scuola che crei le figure professionali di un domani che è dietro l’angolo.

L’intervento di Paolo Cantelmi si è poi concluso con una riflessione rivolta a tutti i giovani. “Il tempo è stato sorpassato dal progresso e la scuola come i giovani, devono adeguarsi ai nuovi tempi. La scuola deve essere quella stazione ferroviaria da cui partono tanti treni per tante e diverse destinazioni, ed i passeggeri di quei treni sono proprio i giovani studenti: giovani salite sul primo treno che vi capita, non abbiate timore per la destinazione, ovunque vi porterà sarà sempre un successo!”.


E- Mobility è stato inoltre un momento di confronto, per fare il punto su quanto il territorio cuneese sia pronto per questa nuova sfida che vede già la realizzazione di numerose iniziative e progetti ad ampio raggio. Una realtà in continuo movimento che saprà affrontare, ancora una volta e forse con nuovo e indomabile spirito pionieristico, una nuova ragione di stimoli quale la realizzazione di una mobilità sempre più sostenibile.